Accedi
Accedi Registrati

Il Fonio, un altro antico cereale senza glutine

Pubblicato il 11/07/2018, da Sabrina Pavia

Nei mesi scorsi abbiamo scoperto le proprietà nutrizionali di alcuni cereali senza glutine poco conosciuti come il Teff e il Sorgo.
Oggi andiamo alla scoperta di un altro antico cereale, di origini africane, dalle ottime proprietà: il Fonio.

Il Fonio è una pianta leguminosa erbacea della famiglia delle Graminacee caratteristica delle praterie dell’Africa occidentale dell'Etiopia e del Sudan dal quale si ottengono semi usati come cereali maggiori.

Ha origini molto antiche e ne esistono due tipi: il bianco che si ottiene dalla Digitaria Exilis, ed il bruno la cui produzione avviene a partire dalla Digitaria Iburua. 

Il vantaggio di questa pianta è quello di crescere in poche settimane garantendone un tempo di raccolto molto più rapido rispetto ad altri cereali, inoltre è di facile lavorazione ed i suoi grani non necessitano di molta acqua per crescere.

Vanta ottime proprietà nutrizionali infatti è ricco in proteine (8 gr di proteine per 100 gr di prodotto), fibre, ferro, sali minerali come calcio, magnesio, zinco e manganese.

Possiede una buona percentuale di amminoacidi essenziali come metionina e cisteina, è naturalmente privo di glutine, ha un basso indice glicemico ed è facilmente digeribile.

Il Fonio contiene apigenina e luteolina, flavonoidi che interferiscono sulla funzione tiroidea, ma solo se assunti in dosi molto elevate, perciò il mio consiglio è quello di alternare sempre i vari cereali e pseudocereali che si hanno a disposizione per non consumare sempre gli stessi.

Essendo molto simile al cous cous si presta molto per la preparazione di insalata fredde con aggiunta di proteine magre, legumi e verdure.
In alternativa può essere utilizzato per preparare gustose minestre oppure è possibile ridurlo in farina per preparare dolci e pane.

Attualmente in Italia viene commercializzato in chicchi e lo si può trovare in negozi equo-solidali e biologici.