Accedi
Accedi Registrati

In Trentino i contributi vengono versati direttamente sul conto corrente

Pubblicato il 11/10/2017, da Glutile

Alle persone celiache spetta un contributo per l’acquisto dei prodotti senza glutine erogabili inseriti nel Registro Nazionale. Le modalità di erogazione di questo contributo variano di regione in regione e nella quasi totalità prevede l’assegnazione di “buoni spesa” cartacei o dematerializzati in tessera sanitaria.

In Trentino il contributo viene versato trimestralmente direttamente sul conto corrente bancario.

Un sistema che facilita ai celiaci l’accesso ai prodotti, in quanto non sono costretti a rivolgersi esclusivamente alla farmacia o a determinati rivenditori per l’acquisto degli alimenti senza glutine ma possono acquistare liberamente in tutta Italia, presso negozi specializzati, nella GDO (supermercati), nelle farmacie e anche sui siti di acquisto online.

Questo comporta un effettivo miglioramento della qualità della vita e della libertà di scelta. Senza contare gli effetti positivi dal punto di vista commerciale sulla distribuzione, sui prezzi e sulla varietà dei prodotti.

Il sistema fa leva sulla responsabilità delle persone che hanno l’obbligo di conservare gli scontrini relativi all’acquisto dei prodotti senza glutine erogabili per un anno a partire dalla data di emissione.

Spetta poi all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, effettuare controlli a campione per verificare il corretto utilizzo degli importi erogati.

Insomma… una modalità di erogazione secondo noi migliore rispetto ai buoni che potrebbe essere adottata in tutta Italia.