Accedi
Accedi Registrati

La Zucca, regina dell'autunno

Pubblicato il 05/11/2018, da Isabella Vendrame

Colore ed allegria in tavola con l’ortaggio più grande presente in natura.

Riscoperta ormai da tempo per le sue virtù nutrizionali, oltre che per l’uso ornamentale, la zucca è sempre più presente come ingrediente di molte ricette autunnali come zuppe e risotti, gnocchi e tortelli, golosi dolci e creme al cucchiaio.

Appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee ed è originaria dell’America Centrale dove veniva coltivata già nel 6.000 a.C. come sembra testimoniare il ritrovamento di alcuni suoi semi. In Europa la zucca arrivò grazie a Cristoforo Colombo che ne portò diverse varietà e venne usata fin da subito per sfamare le popolazioni più povere.

Oggi viene coltivata soprattutto nel mantovano, nel modenese e nel cremonese, diventando un vero prodotto tipico di questi luoghi.

Poco calorica con solo 17 calorie ogni 100 gr, la zucca è un’ottima fonte di vitamine A, E, C, di minerali quali potassio (più delle banane!), zinco, magnesio, rame e selenio e di antiossidanti. Infatti, come tutti gli ortaggi e i frutti di colore arancione, la zucca è ricca di betacarotene utile per contrastare l’invecchiamento e la degenerazione maculare, proteggere il sistema circolatorio e, insieme al licopene, prevenire il cancro.

L’abbondanza di fibre la rendono alleata in caso di stipsi, mentre la presenza di amminoacidi e in particolare del triptofano che aiuta il corpo a produrre serotonina, la rendono indicata per chi soffre di ansia ed insonnia poiché facilita il rilassamento e il buon umore.

LO SAPEVI CHE...
I suoi semi sono integratori naturali di vitamina E, zinco, Omega 3, magnesio, ferro, fosforo e sono utili per contrastare i disturbi della prostata?

Nella buccia della zucca ci sono delle proteine in grado di combattere e debellare batteri e i virus responsabili di alcune infezioni da funghi, come la Candida?

Fino agli anni sessanta, le zucche svuotate della loro polpa erano utilizzate dai contadini come contenitori per conservare il vino e come contenitore per portare in giro l’acqua?
Quelle più piccole, invece, servivano per contenere polvere da sparo e tabacco.

Esistono circa 800 tipi diversi di zucca ma solo 200 di queste sono edibili?

L’IDEA IN PIÙ...
Provate... a frullare circa 50 gr di zucca con uno o 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.
Per condire la pasta? Bhe, sì, certo, ma anche per mani morbide, vellutate e senza screpolature!
Spalmate la cremina ottenuta sulle mani e lasciate in posa per 10 minuti prima di sciacquare. La zucca, per le sue proprietà emollienti ed anti infiammatorie può essere applicata anche sulle scottature per un sollievo immediato!

---

Articolo di Isabella Vendrame
La sua vetrina su Glutile -> www.glutile.it/isabella-vendrame
Il suo blog -> www.naturalmente-free.com