Accedi
Accedi Registrati

Pasta alle lenticchie, un ottima alternativa senza glutine

Pubblicato il 20/09/2019, da Glutile

Per noi italiani, la pasta è un alimento insostituibile e fra le novità di questi ultimi anni troviamo anche la pasta alle lenticchie Felicia.

La forma è quella classica: spaghetti, penne rigate, rigatoni, etc... ma il sapore e i valori nutrizionali, sono completamente diversi.

Rispetto alle paste di riso, dal gusto neutro, e di mais, dal marcato sapore di polenta, la pasta alle lenticchie ha un sapore più intenso dato dal legume di partenza che ne caratterizza il gusto.

Esistono diverse varietà di lenticchia ma quella più utilizzata per la pasta è la lenticchia rossa, per la sua consistenza e capacità di tenere la cottura.

Dal punto di vista nutrizionale, può vantare caratteristiche apprezzabili: contiene circa il 20% di proteine contro il 10%, in media, della pasta di mais, un contenuto calorico di circa 350 kcal ogni 100 grammi, carboidrati intorno al 50% e il resto sono soprattutto fibre.

Adatta per celiaci, intolleranti al glutine, diabetici, e per tutti coloro che vogliono ridurre i carboidrati nella dieta, rappresenta un ottima alternativa alla pastasciutta classica, consente di tenere sotto controllo il peso grazie alle fibre, vitamine e sali minerali, sgonfia la pancia, riduce la ritenzione idrica e permette di tenere sotto controllo gli attacchi di fame.

La pasta alle lenticchie, dedicata sostanzialmente ad un target attento alla salute, è quasi sempre di provenienza biologica e, rispetto ad altre materie prime utilizzate per produrre pasta “alternativa” (come il mais), ha un impatto ambientale ridotto. Anzi... seminare legumi, in rotazione con altre colture, aiuta ad arricchire e nutrire terreni impoveriti.

Come si prepara?
Per prima cosa, cuoce più velocemente rispetto ad altri tipi di pasta, si va dai 3 ai 6 minuti circa, a seconda della marca. Meglio in tanta acqua bollente poco salata, con un goccio d’olio, a fuoco basso, senza mescolare in continuazione.

Per quanto riguarda gli abbinamenti, essendo composta principalmente da farina di lenticchie è consigliabile preferire alimenti che si sposano solitamente ai legumi, dal semplice olio extravergine di oliva, con pesce, pesto, sughi alle verdure, frutti di mare, o ancora con insalata di verdure crude o saltate.

Insomma... un prodotto nuovo, pratico, sano e sostenibile per l’ambiente, assolutamente da provare e sperimentare con abbinamenti insoliti.

Noi lo abbiamo fatto e ne siamo rimasti soddisfatti!

---

Per concludere eccovi un paio di ricette veloci da realizzare con la pasta alle lenticchie:

FUSILLI DI LENTICCHIE ROSSE CON CAVOLFIORI E PORCINI

Ingredienti per 4 persone:
250 gr di fusilli di lenticchie rosse
250 gr di cavolfiori colorati
150 gr di funghi portici freschi
Olio Evo q.b.

Procedimento:
Tagliate i funghi porcini a cubotti e soffriggeteli con una noce di burro.
Cucinate in abbondante acqua salata i fusilli di lenticchie rosse aggiungendo in cottura i cavolfiori colorati.
Dopo la cottura, scolare i fusilli di lenticchia rossa e i cavolfiori mescolando il tutto con i funghi porcini precedentemente preparati.

---

SEDANINI DI LENTICCHIE ROSSE CON CARCIOFI E PATATE

Ingredienti per 4 persone:
250 gr di sedanini di lenticchie
200 gr di cuori di carciofo
200 gr di patate
Olio Evo, aglio e sale q.b.

Procedimento:
Pulite, tagliate a cubetti le patate e lessatele.
Pulite i carciofi.
Fate rosolare in una padella l’aglio con olio extravergine d’oliva e aggiungete le patate.
Nel frattempo lessate i sedanini in abbondante acqua salata. Scolate la pasta e saltatela in padella con le patate.
Aggiungete infine i cuori di carciofi e completate la cottura.