Accedi
Accedi Registrati
Vetrina
Anna Pierri

Anna Pierri

Food Blogger Gluten Free

Vetrina Anna Pierri

Pecorelle “Gnude”
Foto Ricetta
Stampa ricetta
Wish List
Condividi

Pecorelle “Gnude”

Ricetta per: 6 persone
Tempo di preparazione: 30 min

Ingredienti

600 di ricotta di pecora
100 g di parmigiano grattugiato fine

Per la copertura:
250 g di farina di mais, riso e tapioca (alimento per l'infanzia)

Per condire:
40 g burro
30 g di salvia fresca
Parmigiano grattugiato q.b.
1 limone bio
Sale e pepe q.b.

Preparazione

Mettete la ricotta in una ciotola e lasciatela in frigo, per far scolare il liquido in eccesso.
Il giorno della preparazione degli gnudi, mettete la ricotta asciutta in una scodella e schiacciate bene con un cucchiaio di legno o con lo schiacciapatate.
Condite la ricotta con il parmigiano grattugiato finemente e un pizzico di sale.
Mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo e morbido.
Versate in un vassoio la crema di mais, riso e tapioca in polvere, questo è un alimento per l'infanzia.
Prelevate delicatamente delle piccole porzioni di ricotta, grandi come una noce e ricavatene delle palline, non preoccupatevi se non avranno una forma rotonda.
Rotolate ciascuna pallina nel mix di mais, riso e tapioca, fino a che alla completa copertura del composto, roteate il vassoio in questo modo otterrete delle belle palline tonde.
Posizionate gli gnudi di ricotta su un vassoio infarinato leggermente e, disponeteli ben distanziati tra loro, riponete in frigorifero per una notte, in questo modo si asciugheranno e la farina formerà un guscio intorno alla ricotta.
Scuotete la farina in eccesso e cuocete la metà degli gnudi in acqua bollente salata, ci vorranno 3-4 minuti, giusto il tempo che la farina di mais, riso e tapioca creino una pellicola attorno agli gnudi.
Fate sciogliere il burro in una padella e fate rosolare le foglie di salvia, versateci sopra gli gnudi prelevati con una paletta forata e un poco di acqua di cottura lasciando insaporire con una spolverata di parmigiano appena grattugiato.
Serviteli caldi

Curiosità
Gli Gnudi sono un primo piatto leggero e economico, tipico della cucina Toscana.
Vengono chiamati così perché non hanno nessuna sfoglia che ricopra il loro ripieno, in Toscana il termine gnudo viene utilizzato infatti per indicare qualcosa di nudo, spoglio.

La ricetta prevede l’uso del burro, ma se preferite una versione light potete sostituirlo con l’olio extra vergine d’oliva.



Altre ricette di Anna Pierri